Anche questa volta ha prevalso la violenza al calcio, o almeno così sembrerebbe. Mazze, spranghe e tirapugni sequestrate alle tifoserie del Feyenoord e della Roma dalla polizia olandese. I tifosi giallorossi denunciano una disparità di trattamento. “Siamo stati trattati come se fossimo delle bestie” – così alcuni tifosi dall’Olanda sui social network – “2 ore sotto la pioggia, bagagli aperti e costretti ad urinare sugli alberi mentre un poliziotto ti osservava”. Colpisce quindi il trattamento riservato ai supporters della squadra capitolina. Resta da capire se siano notizie veritiere oppure no. “Faccio appello ai Ministri degli Esteri e degli Interni affinché verifichino se corrispondono al vero le notizie che giungono dall’Olanda” – così in una nota il Deputato Marco Miccoli – “Si parla di incomprensibili trasferimenti in zone di campagna, perquisizioni e identificazioni fatte in maniera inaccettabile. Andrebbe ricordato alle autorità olandesi che gli hooligans che hanno devastato Roma nel modo cui tutti abbiamo assistito erano del Feyenoord, non tifosi della Roma”. Sedicesimi di finale di Europa League che rimarranno impressi nella mente dei romani e dei romanisti.
“Il pensiero in queste ore va ai tifosi della Roma che sono a Rotterdam” – dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – “sono sicuro che le autorità si stanno adoperando per garantire a tutti la sicurezza. Monitoriamo la situazione minuto per minuto”. Anche il Consigliere Capitolino Marco Palumbo ha lasciato dichiarazioni in riguardo. “Arrivano notizie di abusi da parte degli agenti di polizia sui tifosi della Roma. Mi pare proprio il modo migliore e più intelligente per creare un clima di concordia e distensione”.

DDC